Crotone, presentato il progetto “Wonderfu Work” finalizzato all’inserimento lavorativo di ragazzi affetti da sindrome di down

L’ Amministrazione comunale guarda al mondo del sociale con impegno continuo e costante in tutti i settori mettendo in essere progetti e risorse. Presentato questa mattina nella Sala Giunta il progetto “Wonderful Work” finalizzato all’inserimento lavorativo di ragazzi affetti da sindrome di down. Un progetto innovativo per la città di Crotone che oltre a consentire l’inclusione sociale di giovani affetti da sindrome di down, è l’esempio del nuovo volto che l’amministrazione Pugliese ha dato alle politiche sociali finalizzate a creare reali occasioni di tutela e di sostegno a tutte le fasce deboli della popolazione.
Il progetto è stato presentato dall’assessore alle Politiche Sociali Alessia Romano. Presenti le consigliere comunali Valentina Galdieri, Ines Mercurio e Maria Rita Megna che hanno collaborato con l’assessorato alla stesura del programma che è frutto oltre che della professionalità espressa della sensibilità femminile indirizzata alla difesa dei più deboli.
Il progetto, nello specifico, consentirà a dieci ragazzi affetti dalla sindrome di down di fare una esperienza lavorativa retribuita, della durata di dieci mesi, all’interno di una attività commerciale o una azienda del territorio.
Il piano prevede un bando predisposto dal Comune al quale potranno partecipare tutte le associazioni del terzo settore aventi sede a Crotone.
I soggetti proponenti, insieme al Centro di Salute Mentale avranno il compito di individuare gli operatori economici e commerciali che potranno ospitare i ragazzi.
Tutti i tirocinanti, ai quali andrà un contributo mensile di 320 € per i dieci mesi del percorso, saranno affiancati da due tutor, uno individuato dall’associazione che si aggiudicherà l’affidamento del progetto e uno dall’azienda in cui i giovani si troveranno ad operare.
Prima di iniziare l’attività lavorativa vera e propria i ragazzi saranno chiamati a svolgere un periodo di formazione.
“Questo progetto è in linea con quanto si è prefissato l’amministrazione Pugliese al momento del suo insediamento: ovvero che le risorse pubbliche non sono più erogate a pioggia, con scarse ricadute sulla collettività, bensì attraverso una programmazione che tenga conto di tutte le fasce del bisogno” ha detto l’assessore alle Politiche Sociali Alessia Romano.

Lascia un commento