Preso in stazione a Rimini il rifugiato residente a Vallefoglia: capobranco degli stupri

Il cerchio si è chiuso. Il quarto componente del branco autore a Rimini di un doppio stupro, è stato arrestato. Il congolese di 20 anni è stato fermato mentre stava tentando di fuggire in treno. Gli altri tre stupratori, tutti minorenni, sono già a disposizione degli inquirenti. Il branco aveva violentato una polacca e un trans peruviano.

Stupri Rimini

Il quarto arrestato è un ventenne rifugiato residente a Vallefoglia, nel Pesarese, si nascondeva alla stazione di Rimini. E’ stato preso dagli agenti dello Sco e della Squadra mobile di Rimini e Pesaro. E’ ritenuto il “capobranco”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento