Trovate 280 mila uova contaminate in Umbria

Uova contaminate da tracce dell’insetticida Fipronil sono state trovate in un allevamento avicolo dell’Umbria, sottoposto ad un sequestro cautelativo. Si tratta di 280 mila uova.

La notizia è stata data dall’assessore regionale umbro alla Salute, Luca Barberini, il quale rassicura “non c’è alcun pericolo per la salute dei cittadini”, poiché il livello di Fipronil rilevato è inferiore a quello di tossicità per l’uomo. Le uova contaminate saranno distrutte.

Sono stati sequestrati tutti gli animali a rischio nell’allevamento, all’incirca 47 mila capi, e sono in corso indagini per capire le cause esatte della contaminazione.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento