Mira. Il poliziotto Luigi Nocco uccide la moglie Sabrina infermiera all’Angelo poi si spara

Femminicidio in via Trieste a Dogaletto di Mira. Si è trattato di un omicidio-suicidio. Il poliziotto Luigi Nocco ha ucciso la moglie Sabrina e poi si è sparato. L’assassino era un agente in servizio all’ufficio immigrazione della Questura di Venezia.

omicidio

Il drammatico omicidio suicidio di Mira

Il litigio sarebbe partito in casa. La donna ha urlato chiedendo aiuto ed è fuggita. Ha aperto la porta dell’abitazione e attraversato il giardinetto. Nocco l’ha inseguita con la pistola e ha sparato in strada alla moglie uccidendola sul colpo. Poi ha rivolto l’arma da fuoco contro di sè morendo anche lui all’istante.

Luigi Nocco era in servizio al servizio immigrazione della Questura, negli uffici di Marghera. La moglie Sabrina era infermiera all’ospedale dell’Angelo. A quanto pare i due si stavano separando.

Lascia un commento