Castellabate. Angelo Ferraioli annega nel tentativo di salvare la figlia

Dramma a Castellabate nel Salernitano. Angelo Ferraioli, 51 anni è morto annegato nel tentativo di salvare la figlia di 16 anni in difficoltà a causa delle condizioni proibitive del mare. Ferraioli è stato a sua volta trascinato al largo dalla corrente. La giovane è stata salvata da alcuni bagnanti. La Guardia Costiera ha recuperato il cadavere del padre e lo ha riportato a riva.

Sul luogo della tragedia è intervenuto un gommone della Guardia Costiera di Agropoli diretta dal tenente di vascello Gianluca Scuccimarri, mentre la motovedetta era impegnata in un altro intervento. Tre militari sono finiti in mare a causa del rovesciamento dell’imbarcazione travolta da un’onda. Uno dei tre è riuscito in ogni caso a recuperare e a riportare a riva il corpo di Ferraioli che, soccorso dai sanitari e sottoposto a numerosi tentativi di rianimazione, è morto.

I tre militari hanno subito numerose escoriazioni, e sono stati trasportati all’ospedale di Roccadaspide. Non destano preoccupazione le loro condizioni.

Leggi anche

Nocera Inferiore. L’odontoiatra Angelo Ferraioli annegato a Castellabate

Lascia un commento