Santa Croce Camerina. Scandalo vigili ausiliari: appiccavano incendi per avere lavoro

L’obiettivo era guadagnare 10 euro l’ora, quanto lo Stato paga i volontari dei Pompieri. Per farlo appiccavano il fuoco e subito dopo chiamavano in causa il 115. E’ questa la ricostruzione dei fatti della Procura di Ragusa contestata a un’intera squadra di 15 Vigili del Fuoco ausiliari indagati per truffa. Alcuni rispondono anche di incendio. Il capo del gruppo è stato posto ai domiciliari.

Santa Croce Camerina: il business del fuoco

pompieri in azioneIl gruppo di 15 volontari dei vigili del fuoco era in servizio nel distaccamento di Santa Croce Camerina. Secondo l’accusa, appiccava incendi e lanciava falsi allarmi. E’ emerso che il capo del gruppo, nel corso del turno come volontario, si assentava, con la complicità dei colleghi, per andare con il suo furgoncino ad appiccare incendi per poi uscire con l’autobotte a spegnere le fiamme e percepire le indennità.

L’inchiesta è nata da una segnalazione del Comando provinciale dei vigili del fuoco di Ragusa, che aveva notato delle anomalie sul numero di interventi effettuati da una squadra rispetto alle altre.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento