Ciro Guarente ha ucciso Vincenzo Ruggiero e ha gettato il corpo in mare

E’ Ciro Guarente l’uomo che ha ucciso Vincenzo Ruggiero, scomparso venerdì 7 luglio. Guarente, 35 anni, nativo di San Giorgio a Cremano, residente a Giugliano in Campania, risponde di omicidio e occultamento di cadavere. Avrebbe ucciso per questioni legate alla gelosia dell’uomo che era legato sentimentalmente ad Heven Grimaldi (leggi qui), l’amica transgender con cui la vittima condivideva l’appartamento.

Ciro Guarente

Ciro Guarente avrebbe occultato il cadavere dopo avere ucciso Vincenzo Ruggiero nella sua abitazione, in un momento in cui il ventenne era solo in casa.

Il trentenne è stato incastrato da una telecamera. Guarente è stato immortalato ripreso mentre varca il portone dell’abitazione e poi, qualche ora dopo, mentre ne esce con diverse valigie, per indurre a pensare a un allontanamento volontario della vittima e trascinando qualcosa di molto pesante.

Guarente avrebbe dichiarato di avere ucciso accidentalmente Vincenzo Ruggiero nel corso di un litigio. Il trentenne ha ammesso di aver gettato il cadavere in mare nella zona di Licola.

Ciro Guarente

Nel 2015 il sottocapo di prima classe della marina militare, in servizio come cuoco militare, si era dichiarato gay alla manifestazione Miss Trans Italia Over, Re e Regina gay organizzato da Stefania Zambrano al Planet di Napoli.

Lascia un commento