Roma. Morto Pino Pelosi l’assassino di Pier Paolo Pasolini

Morto a Roma Pino “la rana”, l’uomo condannato in via definitiva per l’omicidio di Pier Paolo Pasolini, assassinato nella notte tra il 1 e il 2 novembre 1975 all’Idroscalo di Ostia. Pino Pelosi è morto all’età di 59 anni, ne aveva appena 17 quando ha ucciso lo scrittore. Era malato da tempo ed era ricoverato al policlinico Gemelli.

Ex “ragazzo di vita”, nel 1976 viene condannato e nove anni per l’omicidio di Pasolini. Di anni ne sconta appena sette: nel 1982 ottiene la semilibertà, l’anno dopo la libertà condizionata. Nel 2005 torna agli onori delle cronache, quando cambia la versione sui fatti di quella notte di 30 anni prima e si auto assolve per quell’assassinio che lui stesso aveva confessato. “Non fui io ad uccidere Pasolini”, dice, rilanciando una pista investigativa più volte ipotizzata, che lo scrittore sia stato ucciso da un gruppo di picchiatori che volevano dargli una lezione.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento