Digerire naturalmente? Mai stato così…naturale!

La digestione è un processo molto importante per il nostro organismo perché in grado di rendere assimilabili le sostanze nutrienti contenute negli alimenti che mangiamo. Senza un processo digestivo efficiente non saremmo in grado di apportare il giusto nutrimento alle cellule del nostro corpo e finiremmo per ammalarci, o peggio…morire! Nonostante l’importanza primaria che questa funzione ricopre per il nostro benessere e la nostra sopravvivenza, molti di noi non considerano rilevanti i disturbi digestivi che possono colpire il nostro apparato digerente: dolori allo stomaco, senso di nausea, sonnolenza post-prandiale, pancia gonfia eccetera sono fastidi che spesso si presentano quotidianamente, soprattutto dopo pasti improvvisati, consumati velocemente e fuori casa. Spesso, una delle soluzioni a cui si ricorre in tali situazioni è l’utilizzo di antispastici e farmaci contro i bruciori, che possono andar bene per situazioni più serie o che hanno alle spalle una condizione patologica accertata dal medico. In realtà contrastare i più comuni disturbi digestivi e assicurarsi una corretta digestione è possibile anche in modo del tutto naturale. Vediamo come.

Favoriamo naturalmente la digestione

Digerire naturalmente è assolutamente possibile, basta fare attenzione al proprio stile di vita, alla dieta, e all’utilizzo di sostanze naturali che possono favorire il processo digestivo.

A tal scopo è importante:

digerire naturalmente verdure1) Mangiare poco ma bene. Dobbiamo evitare di fare pasti troppo abbondanti dove consumiamo grosse quantità di carboidrati o cibi ricchi di grassi. Mangiare frazionando le quantità in almeno 5 pasti e variare il più possibile la dieta è il primo passo per facilitare il nostro processo digestivo.

2) Introdurre sempre frutta e verdura nella nostra alimentazione. I vegetali infatti, oltre a contenere elevate quantità di fibra che aiuta il naturale processo della motilità gastro intestinale, contengono diversi enzimi digestivi naturali che facilitano l’azione degli enzimi endogeni presenti nei succhi gastrici e nella bile.

3) Utilizzare sostanze naturali che, agendo su funzioni diverse del nostro apparato digerente, possono favorire il corretto processo digestivo.

L’utilizzo di sostanze naturali che aiutano a digerire naturalmente ha radici molto antiche. Persino i greci e i romani sfruttavano determinate piante per combattere i dolori allo stomaco e altri disturbi della digestione. Certo è che, con le nuove ricerche scientifiche, molti studi hanno oramai evidenziato ed ufficializzato le virtù digestive e coleretiche di molte piante di consumo alimentare e non.

Tra le più famose riscoperte negli ultimi anni troviamo il carciofo (Cynarascolimus). Questo ortaggio, molto apprezzato in cucina, è in grado di agire non solo favorendo la funzionalità digestiva, ma anche a livello dell’intestino dove aiuta a contrastare l’accumulo di gas causato dalla fermentazione degli zuccheri contenuti in determinati alimenti. In più il carciofo ha azione antiossidante, contro l’accumulo di radicali liberi nel corpo, ed è in grado di agire come depurante e drenante dell’organismo.

Accanto agli ortaggi, anche determinate spezie sono in grado di favorire una digestione in modo del tutto naturale. Lo zenzero, ad esempio, è utilizzato all’interno di liquori digestivi e al termine dei pasti in Giappone, per via delle sue notevoli proprietà favorenti la motilità gastro-intestinale e contrastanti il senso di nausea.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento