Calo del desiderio: i sintomi della menopausa che spaventano

La menopausa è una fase fisiologica naturale che ogni donna si trova ad affrontare più o meno a metà del suo percorso di vita e nel corpo femminile, determinati cambiamenti legati in modo particolare alle fluttuazioni ormonali e al calo degli estrogeni, gli ormoni femminili prodotti a livello delle ovaie durante il periodo fertile, sono alla base dei classici disturbi che essa comporta.

Purtroppo la maggior parte di noi non vive serenamente l’entrata in menopausa, né il periodo che la precede. In premenopausa, infatti, i sintomi tipici scatenati dagli sbalzi ormonali e da un’attività endocrina in continuo esaurimento sono molto frequenti. Al tempo stesso, è questo il periodo in cui comincia a crescere nella donna il timore del “diventar vecchia” e quello di non riuscire più a soddisfare il proprio partner.

Se infatti alle vampate di calore, alla sudorazione notturna, all’incremento del peso e via dicendo oggi le soluzioni sono molteplici, grazie anche agli efficaci integratori naturali contro i sintomi della menopausa diffusi in commercio, il calo del desiderio sessuale, l’aumento della secchezza intima e la difficoltà di approcciarsi con il proprio compagno abbracciano una componente psicologica su cui è più difficile intervenire, se non con il giusto supporto psicologico.

Sfera sessualità e menopausa

sintomi menopausa calo desiderio

La donna in menopausa si trova infatti ad affrontare una miriade di insicurezze che vanno ad influenzare la sfera della sessualità. Tra queste:

  • Il cambiamento del proprio corpo e della propria fisicità. Dopo i 50 anni il nostro corpo comincia a modificarsi a causa del naturale invecchiamento dei tessuti e, con la menopausa, siamo maggiormente soggette ad un aumento del peso corporeo. Il nostro metabolismo tende infatti a rallentare, a seguito della diminuzione degli estrogeni, ormoni in grado di influenzare altre risposte endocrine implicate nel metabolismo basale e nell’utilizzo delle calorie ingerite. Sebbene molte donne tendano ad ingrassare più di altre, spesso ciò è legato ad una dieta poco controllata e ad un’attività fisica del tutto assente.
  • La diminuzione del desiderio sessuale, prettamente legato al calo di determinati ormoni e sostanze endogene. Con la menopausa infatti diminuiscono gli ormoni maschili, come ad esempio il testosterone, responsabile di stimolare i comportamenti sessuali, ma anche sostanze come la serotonina, sensibile all’azione degli estrogeni ed in grado di agire sul desiderio sessuale e l’umore. Il cambiamento ormonale agisce anche sui livelli di dopamina, neurotrasmettitore implicato nell’attività sessuale.
  • L’aumento della secchezza intima, dovuto ad una scarsa lubrificazione della vagina (anche questa causata dal calo ormonale) e correlato ad un aumentato dolore durante i rapporti. Il cambiamento che subiscono le pareti vaginali dopo l’entrata in menopausa comporta infatti l’assottigliamento e la perdita di elasticità delle stesse. Come se non bastasse, in questa fase la donna è maggiormente soggetta ad infezioni nelle zone intime, causa di bruciori, cistiti e pruriti dovute ad un aumento del ph vaginale, che tende a divenire più basico.

A tutto c’è una soluzione

sintomi menopausa sessualita

Nella donna in menopausa tutti questi fattori si traducono in un atteggiamento di maggior chiusura e riservatezza, di disagio fisico e psicologico; in poche parole quest’ultima, invece di comunicare con il proprio partner e chiedere aiuto al proprio medico, tende a chiudersi in sé stessa.

Quello che è consigliato fare, invece, è affrontare questa situazione con il supporto del proprio ginecologo e di uno psicologo, cercando anche di rendere partecipe il proprio marito di paure ed insicurezze. Su siti ormai affermati e affidabili, è inoltre spesso possibile contattare esperti online che possono rispondere a tutti i dubbi e le domande che una donna in menopausa può avere.

Lascia un commento