Vobarno. Due molotov lanciate nell’Eureka: ospiterà 35 profughi

Grave episodio a Vobarno nel Bresciano. Due molotov sono state lanciate all’interno di un albergo Eureka destinato ad ospitare 35 richiedenti asilo. La struttura al momento è chiusa al pubblico.

Vobarno hotel Eureka

Sull’accaduto indagano i Carabinieri. Potrebbe essere un’intimidazione nei confronti del proprietario dell’albergo. La struttura era chiusa da 4 anni. Secondo i militari di Salò non ci sarebbero feriti ma i danni sarebbero significativi. Alcune persone si sarebbero avvicinate armate di mazze e molotov alla struttura e avrebbero prima sfondato un vetro, per poi gettare all’interno dell’edificio le bottiglie incendiarie.

E’ stato lo stesso titolare dell’albergo a intervenire per spegnere le fiamme dopo il lancio di due molotov che hanno raggiunto il piano terreno dello stabile.

Valerio Ponchiardi, titolare dell’hotel Eureka, ha spiegato che non è “ancora stato siglato alcun accordo con la Prefettura per dare ospitalità a coloro che hanno richiesto asilo”.

“Era stata avanzata un’ipotesi di utilizzo, ma al momento nessun accordo è stato trovato tra la cooperativa che gestisce gli stranieri e la proprietà dell’albergo”, ha precisato il prefetto Annunziato Vardè, aggiungendo che sono molti i migranti attesi nelle prossime ore anche nel Bresciano.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vobarno. Due molotov lanciate nell’Eureka: ospiterà 35 profughi Vobarno. Due molotov lanciate nell’Eureka: ospiterà 35 profughi ultima modifica: 2017-07-02T12:19:12+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento