Agguato a Catanzaro. Ucciso Gregorio Mezzatesta dipendente delle Ferrovie della Calabria

Choc in centro a Catanzaro. In pieno giorno è stato ucciso Gregorio Mezzatesta, dipendente delle Ferrovie della Calabria. L’agguato è scattato alle 8 in via Milano, al suo arrivo sul posto di lavoro.

omicidioIl cinquantenne era il fratello di Domenico Mezzatesta, l’uomo che nel 2013 si rese responsabile di un duplice omicidio a Decollatura per il quale è stato condannato all’ergastolo. La sentenza è stata successivamente annullata con rinvio dalla Corte di Cassazione e si è in attesa adesso di un nuovo processo. Furono uccisi Francesco Iannazzo e Giovanni Vescio.

L’agguato: la dinamica

Gregorio Mezzatesta era giunto di fronte la sede delle Ferrovie della Calabria, quando è stato raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco mentre si trovava ancora seduto alla guida della sua auto. Gli inquirenti non escludono un collegamento tra i due episodi. Dalle prime indagini è emerso anche che Gregorio Mezzatesta non era solo. Ci sarebbe un testimone. Un collega che, secondo le ricostruzioni, avrebbe assistito impotente al delitto senza riportare ferite. I Carabinieri hanno avviato accertamenti sulle telecamere di sicurezza presenti in zona.

Lascia un commento