La gran parte dei sindaci delle grandi città saranno eletti il 25 giugno

La seconda tornata sarà decisiva per quasi tutti i 21 capoluoghi di provincia e 4 capoluoghi di regione chiamato alle urne. La maggioranza dei sindaci delle grandi città saranno scelti il 25 giugno al ballottaggio.

Genova registra il vantaggio del centrodestra. Marco Bucci è al 38%. Il centrosinistra (che amministrava la città) si colloca secondo con Gianni Crivello che va oltre il 33%. Solo il 48,39% degli elettori ha votato.

Effetto Parma! L’uscente Federico Pizzarotti si attesta al 35%. Al secondo turno sfiderà Paolo Scarpa del centrosinistra.

Catanzaro andrà al ballottaggio. Il sindaco Sergio Abramo (centrodestra) si avvicina al 40% ma non sfonda al primo turno. Lo sfidante sarà Vincenzo Ciconte (centrosinistra).

Vittoria personale a Palermo. Leoluca Orlando viene confermato dal 46% dei palermitani. Il centrodestra con Fabrizio Ferrandelli non raccoglie oltre il 33%.

Americo Di BendettoL’Aquila al ballottaggio. Recrimina Americo Di Benedetto (centrosinistra) che si è fermato al 47% concedendo a Pierluigi Biondi (centrodestra) la seconda tornata.

Massimo Bitonci (centrodestra) non ce la fa al primo turno. A Padova il sindaco leghista se la vedrà con Sergio Giordani (centrosinistra).

Emozionante la sfida a Verona tutta in casa centrodestra. Federico Sboarina, sostenuto da Lega e Forza Italia, sfida Patrizia Bisinella, candidata di Fare! e compagna dell’ex sindaco leghista Flavio Tosi. Sboarina si è collocata al 29,26% superando Bisinella al 23.54%. Arriva quasi “incollata” Orietta Salemi con il 22.48% sostenuta dal Pd e liste civiche. Alla fine la candidata dem ha ceduto il passo.

Lascia un commento