Torino. Maxi sequestri in due punti vendita cinesi

Quattro milioni di pezzi tra: articoli di cartoleria, accessori per capelli, ferramenta, ricambi per auto, occhiali, cosmetici e altri prodotti pericolosi. Sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Torino in quanto sprovvisti della corretta etichettatura.

Guardia di Finanza

Interessate due società con sede a Milano e punti vendita nel capoluogo piemontese, gestite da un quarantenne cinese, che rischia oltre alle sanzioni amministrative anche 4 anni di carcere.

Lascia un commento