Crollo a Fossano. “Non è accettabile esporre a questi rischi la popolazione”

A seguito del crollo avvenuto a Fossano nel Cuneese, il Governatore Chiamparino e l’assessore Balocco, hanno espresso indignazione in una nota stampa congiunta. “E’ solo per un puro caso che nel crollo del ponte sulla tangenziale di Fossano non ci siano state vittime e feriti, ma solo danni materiali”. Per la giunta regionale “non è assolutamente accettabile che costruzioni che hanno poco più di 25 anni possano esporre a questi rischi la popolazione”.

Cavalcavia crolla a Fossano

Chiamparino e Balocco chiedono che “ANAS, azienda che aveva realizzato l’opera, fatte le dovute indagini sulle cause di questo specifico evento, estenda le verifiche di sicurezza a tutte le strutture del Piemonte costruite con caratteristiche simili, in modo da fornire una ragionevole certezza che tali episodi non possano verificarsi di nuovo, magari con esiti che potrebbero essere tragici e che questa volta, per mera fortuna, non si sono verificati”.

Lascia un commento