Ragusa. Abusa sessualmente della figlia tredicenne della convivente

violenzaL’uomo è stato fermato in virtù del provvedimento del Gip di Ragusa di una misura cautelare in carcere nella sezione dei sex offender.

L’indagato – secondo l’accusa – avrebbe abusato sessualmente di una minorenne, figlia della sua convivente. Sarebbe stato inchiodato dalle telecamere di una casa di campagna dove aveva condotto la vittima, minore di 13 anni. Il proprietario della casa, visionando le immagini, avendo visto quanto accadeva, ha chiamato la Polizia.

La minorenne è stata ascoltata nella sala audizioni protette della Polizia, assistita da investigatori specializzati, e ha raccontato gli abusi che subiva da anni.

Lascia un commento