Calcolo Prestiti Inpdap: Come fare e a chi affidarsi

I dipendenti pubblici possono usufruire di prestiti a tassi agevolati erogati dall’Inpdap o da istituti bancari convenzionati per sostenere spese future. Prima di comprendere quali siano le modalità grazie alle quali è possibile ottenere un prestito Inpdap è necessario conoscere i presupposti richiesti come l’importo di cui si necessita, la motivazione che spinge a richiedere il prestito, le tempistiche di erogazione del prestito di cui si ha bisogno e la durata temporale del prestito stesso correlata alle proprie possibilità finanziarie. In tutta questa analisi ci hanno aiutato gli esperti del sito specialistico www.prestiti-inpdap.org.

Le tipologie di prestiti Inpdap di distinguono in:

  • Piccoli Prestiti Inpdap, ovvero forme di finanziamento brevi, della durata da uno a quattro anni. Essi servono a coprire spese urgenti ed impreviste. In questi casi il richiedente non dovrà presentare motivazioni ne documentare le spese.;
  • Prestiti pluriennali diretti, ovvero finanziamenti richiesti per far fronte a spese future già previste come l’acquisto di un appartamento, una ristrutturazione, spese mediche o di formazione;
  • Prestiti pluriennali indiretti.

Le prime due forma di prestiti sono erogati direttamente dall’Inpdap. Per richiedere queste tipologie di prestiti è opportuno inoltrare una domanda all’Inpdap nel pieno rispetto delle procedure previste. Il Fondo prestiti utilizzato dall’Inpdap per la gestione diretta non è illimitato. Di conseguenza l’erogazione dei prestiti deve sottostare ad una graduatoria.

L’ingresso nella graduatoria prevede un certo lasso di tempo di attesa che può variare dai sessanta ai centoventi mesi. Per questo motivo prima di decidere di ricorrere ad un prestito Inpdap è opportuno valutare le proprie necessità, soprattutto in funzione delle tempistiche di erogazione del finanziamento.

I prestiti indiretti Inpdap sono invece erogati da istituti di credito legati da speciali convenzioni con l’Inpdap. In questi casi il finanziamento fonda la propria garanzia su una trattenuta sullo stipendio che è pari ad un quinto di quest’ultimo.

I tempi di erogazione sono molto più brevi ( circa venti giorni) ma chi gode di tale tipologia di prestito non ha diritto all’applicazione di un tasso di interesse estremamente basso e conveniente. E’ quindi opportuno scegliere i prestiti pluriennali indiretti solo se si necessita di un finanziamento nel più breve lasso di tempo possibile.

Una volta stabilito a quale tipologia di prestito ricorrere sarà necessario inoltrare tutta la documentazione richiesta. Basterà recarsi presso una delle sedi Inps per conoscere i documenti necessari, che varieranno in base alla tipologia di finanziamento. In alternativa tutti i moduli necessari per l’inoltro della domande di prestito Inpdap possono essere scaricati direttamente dal sito dell’Inpdap.

9 su 10 da parte di 34 recensori Calcolo Prestiti Inpdap: Come fare e a chi affidarsi Calcolo Prestiti Inpdap: Come fare e a chi affidarsi ultima modifica: 2017-04-11T16:24:18+00:00 da Massimo Fattoretto
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento