Ordinanza di custodia cautelare in carcere per Giancarlo Tulliani

Ad emettere l’ordine di arresto la Procura di Roma per riciclaggio. Destinatario del provvedimento è Giancarlo Tulliani, cognato di Gianfranco Fini. L’attività sarebbe riconducibile a Francesco Corallo, il cosiddetto re delle slot detenuto da dicembre. L’uomo però è residente a Dubai e per la magistratura italiana è irreperibile.

L’ordine di arresto è relativo a una tranche dell’inchiesta, nella quale è indagato lo stesso ex presidente della Camera, su una presunta associazione a delinquere transnazionale che riciclava tra Europa e Antille i proventi del mancato pagamento delle imposte sul gioco on-line e sulle slot machine.

Lascia un commento