Londra. I politici non potranno assumere parenti e soci

La politica britannica è sempre all’avanguardia. Ai deputati della Camera dei Comuni d’ora in avanti sarà fatto divieto assoluto di assumere come collaboratore i propri familiari o soci in affari. A deciderlo l’Autorità per il regolamento dei parlamentari inglesi.

Ruth Evans, presidente dell’Autorithy, spiega che “l’assunzione di familiari non risponda al concetto di un moderno impiego che richiede criteri di assunzione equi e aperti per incoraggiare la diversità”.

Lascia un commento