Verona. Il sindaco Tosi a caccia della attività extralberghiere abusive

Controlli serrati da parte della Polizia Municipale per rintracciare immobili destinati all’accoglienza di turisti, senza alcun tipo di registrazione o con evasione di imposte statali e comunali.

A febbraio sono state controllate 15 strutture in centro storico e in zona Fiera, trovandone 3 ignote agli uffici comunali ma pubblicizzate con foto e prezzi sul web, dove i turisti hanno evidenziato anche i commenti e le critiche sui servizi resi. Sono 5 le strutture segnalate all’Agenzia delle Entrate, di cui una che ha evaso 52 mila euro di redditi non dichiarati, dato emerso dopo l’incrocio dei dati tra imposta di soggiorno versata, consumi energetici e dichiarazione dei redditi presentata tra il 2012 e il 2015.

Sei le segnalazioni per il mancato pagamento della Tari o per l’utilizzo difforme dell’immobile che prevede un maggior importo rispetto alle utenze domestiche.

9 su 10 da parte di 34 recensori Verona. Il sindaco Tosi a caccia della attività extralberghiere abusive Verona. Il sindaco Tosi a caccia della attività extralberghiere abusive ultima modifica: 2017-02-12T09:51:54+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento