Foibe. Mattarella: “Cicatrici dei feroci crimini nella Seconda Guerra Mondiale”

“La strage di italiani e le sofferenze di decine di migliaia di famiglie costrette ad abbandonare Trieste e l’Istria, sono cicatrici dei feroci crimini nella Seconda Guerra Mondiale”. Lo ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella.

Il Giorno del Ricordo

“Ai familiari delle vittime, ai sopravvissuti di quegli anni, ai loro familiari, rinnovo i sentimenti di fratellanza della Repubblica” ha aggiunto il Capo dello Stato in occasione del Giorno del Ricordo. “Reiterare la memoria di quei fatti, contribuire ad una lettura storica corretta e condivisa è il contributo prezioso di tante associazioni degli esuli e delle comunità giuliano-dalmate e istriane, base di una autentica riconciliazione”.

Lascia un commento