A Ladispoli e Cerveteri sequestrati beni per 30 milioni a 5 famiglie rom

Il maxi sequestro è stato operato dalla Dia capitolina insieme ai Carabinieri e le Fiamme Gialle. Il provvedimento è stato eseguito a Ladispoli e Cerveteri. Sotto chiave beni per un ammontare di 30 milioni.

Famiglie Sinti

I beni sono stati sequestrati a 5 famiglie Sinti che devono rispondere di associazione per delinquere. Gli indagati sono legati da vincoli familiari e hanno diversi precedenti penali. I nuclei familiari sono operativi sia nel Lazio che in note località turistiche italiane ed estere.

Lascia un commento