Nomi e storie dei dispersi sotto le macerie dell’hotel Rigopiano

Proseguono le ricerche delle persone sepolte sotto la slavina che ha sommerso l’hotel Rigopiano di Farindola.

Di Marco Vagnarelli e Paola Tomassini . Sono 2 giovani di Castignano. I familiari non hanno più notizie.

C’è anche un ternano di 32 anni, tra le persone di cui non si hanno più notizie. Si tratta di Alessandro Riccetti. Era dipendente dell’albergo. Il trentenne lavorava dal dicembre 2015 nella struttura alberghiera del Gran Sasso come addetto alla reception. Aveva già lavorato presso altre strutture alberghiere umbre.

Dispersa una coppia di Castel Frentano. Sono Luciano Caporale, 54 anni, e la moglie, Silvana Angelucci, 46 anni, entrambi di professione parrucchieri. La coppia era giunta in hotel domenica pomeriggio per ripartire martedì sera ma, a seguito del peggioramento delle condizioni meteorologiche, hanno deciso di trattenersi.

Dispersa una famiglia di 3 persone di Osimo. Domenico Di Michelangelo, 41 anni di Chieti è un poliziotto in servizio a Osimo, la moglie Marina Serraiocco, 37 di Popoli, e il loro bambino di 7 anni.

Dispersi la moglie e i 2 bambini di Giampiero Parente, superstite della tragedia. Tra i dispersi anche Emanuele Bonifazi, 31 anni di Pioraco, dipendente dell’hotel, e Marco Tanda, 25 anni, residente a Macerata. Era con la fidanzata Jessica Tinari, anche lei dispersa.

Lascia un commento