Roma. La visita all’Ara Pacis nel segno della realtà aumentata

Tutto esaurito con 7 mila visitatori per L’Ara com’era, la visita all’Ara Pacis nel segno della realtà aumentata. Da metà gennaio l’appuntamento torna tutti i venerdì e sabato dalle 19.30 alle 24 con ultimo ingresso alle 23.30.

Visori sugli occhi – non accessibili ai minori di 13 anni, ci si pone davanti al monumento, tra i più importanti e meglio conservati d’epoca augustea, e si partecipa a un viaggio nell’antichità in cui elementi plastici reali e contenuti virtuali si fondono fino a risultare indistinguibili.

Nove tappe

Si parte dal plastico di Campo Marzio in età romana e si partecipa al rito sacro che vi si celebrava, si assiste alle trasformazioni edilizie dell’area per poi passare alle facciate e ai bassorilievi del monumento. Alla fine la processione solenne con Augusto in persona che guida il corteo di familiari, augures, littori e sacerdoti.

Lascia un commento