Omicidio Belvisi. Messina ha fatto trovare, in un tombino, l’arma del delitto

Dopo ore di interrogatorio la svolta è arrivata all’alba. “Sì, l’ho uccisa io”. È stato fermato per il delitto. Luigi Messina, marito di Rosanna Belvisi, ha confessato. Ha ucciso lui la donna di 50 anni rinvenuta con la gola tagliata a Milano.

Aveva chiamato lui le forze dell’ordine

“Ero uscito a fare una passeggiata, sono tornato e l’ho trovata così”. La versione non convinceva nessuno. Luigi Messina è stato interrogato tutta la notte, è caduto in contraddizione e poi ha fatto ammissione di colpa davanti ai pm Gaetano Ruta e Alberto Nobili.

Ha fatto trovare, in un tombino, l’arma del delitto, un coltello. Ha fatto ritrovare anche gli abiti sporchi di sangue.

Lascia un commento