Accumoli. A Grisciano la protesta dei terremotati contro il Governo

Quel 24 agosto è nella mente di tutti coloro che nel Centro Italia hanno dovuto fare i conti con il terremoto. Dopo quasi 5 mesi i riflettori si sono spenti. Le aree colpite dal sisma sono nella morsa del maltempo. Convivono con le promesse di Matteo Renzi e del suo Governo che ora non c’è più. E si rivolgono a Paolo Gentiloni per ricordargli che esistono.

Il sit-in: le richieste

Ad Accumoli è stato promosso un sit-in in località Grisciano. “Siamo stati abbandonati, qui non si è visto più nessuno” denunciano gli abitanti. “Non siamo meno di Norcia o Amatrice, dove gli interventi sono stati più tempestivi”.

I manifestanti chiedono conto dello spostamento delle macerie. “Qui a Grisciano ancora stiamo con le macerie. Ieri sono venuti con delle ruspe e ci hanno detto che le porteranno a Roma: è assurdo”. Molte macerie sono coperte dalla neve.

“Basta con le parole. Servono interventi urgenti per salvare anche l’economia del territorio, un patrimonio che si rischia di perdere senza interventi”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento