Accumoli. A Grisciano la protesta dei terremotati contro il Governo

Quel 24 agosto è nella mente di tutti coloro che nel Centro Italia hanno dovuto fare i conti con il terremoto. Dopo quasi 5 mesi i riflettori si sono spenti. Le aree colpite dal sisma sono nella morsa del maltempo. Convivono con le promesse di Matteo Renzi e del suo Governo che ora non c’è più. E si rivolgono a Paolo Gentiloni per ricordargli che esistono.

Il sit-in: le richieste

Ad Accumoli è stato promosso un sit-in in località Grisciano. “Siamo stati abbandonati, qui non si è visto più nessuno” denunciano gli abitanti. “Non siamo meno di Norcia o Amatrice, dove gli interventi sono stati più tempestivi”.

I manifestanti chiedono conto dello spostamento delle macerie. “Qui a Grisciano ancora stiamo con le macerie. Ieri sono venuti con delle ruspe e ci hanno detto che le porteranno a Roma: è assurdo”. Molte macerie sono coperte dalla neve.

“Basta con le parole. Servono interventi urgenti per salvare anche l’economia del territorio, un patrimonio che si rischia di perdere senza interventi”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Accumoli. A Grisciano la protesta dei terremotati contro il Governo Accumoli. A Grisciano la protesta dei terremotati contro il Governo ultima modifica: 2017-01-15T13:22:05+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento