Protesi Ginocchio

Protesi ginocchio-Tutto quello che dovete sapere su questo trattamento ortopedico

La protesi al ginocchio è un trattamento ortopedico che si pone il fine di sostituire il ginocchio con delle protesi artificiali. Questo trattamento permette al paziente di alleviare il dolore e di riprendere tutte le normali funzioni articolari.

L’applicazione di una protesi al ginocchio è una vera e propria operazione chirurgica e, in quanto tale, per essere messa in atto il chirurgo ortopedico a cui ci si affida per l’intervento dovrà entrare in possesso di tutta una serie di informazioni sul vostro stato di salute.

Essendo, inoltre, una vera e propria operazione chirurgica è necessario che sappiate alcune importanti informazioni prima di considerare l’ipotesi di metterla in pratica. Proprio per questa ragione, vi illustreremo qui di seguito le informazioni più importanti da conoscere riguardo alla chirurgia ortopedica mini invasiva per il ginocchio. Per questa piccola spiegazione, abbiamo consultato il Dott Michele Massaro, esperto in chirurgia protesica del ginocchio.

protesi al ginocchio
immagine radiografica di un ginocchio con una protesi e di un ginocchio con grave artrosi

1.   Tipologia di protesi ginocchio e mini invasività dell’intervento

La prima distinzione da fare è tra protesi al ginocchio totale e protesi del ginocchio monocompartimentale. La protesi al ginocchio totale sostituirà tutta l’articolazione (con risparmio o sacrificio dei legamenti crociati), mentre la protesi monocompartimentale rivestirà solo una parte del ginocchio.

Importante è poi la tecnica chirurgica applicata dal chirurgo. Con le nuove tecniche mini invasive è possibile sottoporsi ad un intervento che sarà più rapido, meno traumatico, e sicuro per il paziente rispetto a quanto accada con la tecnica standard.

 

Molte persone si domandano se sia più importante affidarsi ad un bravo chirurgo o puntare piuttosto ad una protesi più costosa. Possiamo rispondere a questa domanda affermando che questi due fattori si influenzano a vicenda ma il paziente non dovrebbe mai scegliere la protesi. È il chirurgo, infatti, a scegliere il tipo di protesi da applicare, anche in base alla diagnosi eseguita sul paziente. Per questa ragione è importante affidarsi ad un professionista nella quale si abbia piena fiducia, anche per affrontare l’intervento con maggiore tranquillità. Una volta che avrete scelto il medico in questione vi raccomandiamo di affidarvi totalmente a lui, ricordandovi di menzionare tutte le vostre eventuali allergie, che saranno molto importanti anche nella scelta del metallo della protesi

2.   Complicanze

Le eventuali complicanze in seguito alla chirurgia protesica con tecnica mini invasiva del ginocchio hanno una percentuale abbastanza bassa. Tuttavia è importante sapere che esistono possibili complicanze correlate a questo tipo di intervento. Quelle più frequenti sono l’infezione, la frattura periprotesica (ovvero nella zona delle ossa vicine alla protesi) e il rischio di trombosi venosa. La percentuale con cui si verificano queste complicazioni, però, si aggira attorno all’1 % e, nella maggior parte dei casi, seguendo con attenzione le istruzioni mediche e affidandosi a medici ortopedici “ad alta specializzazione” si può evitare il verificarsi delle stesse.

 

3.   Percentuali di riuscita

La chirurgia protesica è un campo della medicina nella quale si ottiene un’altissima percentuale di risultati positivi. I pazienti soddisfatti, infatti, ammontano mediamente a più del 90%, in relazione al solo 1 % di rischio di complicanze. Possiamo, dunque, affermare che le protesi al ginocchio rappresentano delle operazioni abbastanza sicure e con un tasso di complicanze molto basso.

4.   Vantaggi

Il vantaggio fondamentale del mettere in pratica questo tipo di operazione consiste in una radicale diminuzione del dolore. Se, infatti, si decide di non mettere in atto un operazione di chirurgia protesica nel caso di artrosi al ginocchio, il rischio è quello che il dolore diventi sempre più forte, al punto da non riuscire a sopportarlo. Tuttavia questo tipo di intervento, con le nuove tecniche mini invasive, può essere svolta a qualunque età, quindi la tempestività nella decisione di metterlo in pratica non influenza né positivamente né negativamente l’operazione chirurgica.

5.   Protesi al ginocchioDolore

Questo è un dubbio molto frequente in coloro che hanno intenzione di sottoporsi ad un’operazione di questo genere. Una volta terminata l’operazione, infatti, il paziente potrà avvertire un dolore legato all’intervento chirurgico, ma comunque sopportabile, che durerà da poche ore a qualche giorno. In queste periodo, si ricorrerà all’utilizzo di analgesici per alleviare il fastidio. Ad ogni modo, già dal giorno successivo all’intervento, il paziente sarà in grado di camminare, e si sottoporrà ad un ciclo accurato di fisioterapia per riprendere la corretta deambulazione e il corretto funzionamento motorio.

 

Lascia un commento