Roma. Renzo Cerro entra a Santa Maria Maria Maggiore e sfregia i padri Angelo Gaeta e Adolfo Raf

Choc nella Capitale dove un frusinate è entrato nella basilica di Santa Maria Maggiore sfregiando con un coccio di bottiglia 2 sacerdoti (il sacrestano e il padre superiore) colpiti al volto. Poi si è dileguato ma è stato fermato dai Carabinieri.

Aggressore della provincia di Frosinone

Il sacrestano è grave ma non in pericolo di vita. Entrambi i religiosi sono stati trasferiti in ospedale. Nella basilica c’erano diversi fedeli, che hanno sentito delle urla provenire dalla sacrestia. Padre Angelo Gaeta è stato trasportato al Policlinico Umberto I in codice rosso per una ferita dallo zigomo al mento. In ospedale anche padre Adolfo Ralf, ferito più lieve a una guancia.

Il responsabile è Renzo Cerro, 42 anni di Roccasecca in provincia di Frosinone. Alla vista dei militari, ha provato a disfarsi del coccio di bottiglia buttandolo a terra, ma è stato bloccato e portato in caserma.

Lascia un commento