Foggia. Migrante incendia il presepe allestito in via Guglielmi

Arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri. L’uomo di 25 anni, originario del Gambia, in regola con il permesso di soggiorno, è stato arrestato dopo aver incendiato il presepe allestito nel cortile della parrocchia della Madonna del Rosario in via Guglielmi a Foggia.

Il migrante avrebbe giustificato il gesto perché musulmano e, per tale ragione, avrebbe voluto distruggere i simboli cristiani. E’ accusato di danneggiamento, incendio e resistenza a pubblico ufficiale.

Appiccato il rogo

Il ventenne prima dell’incendio ha frantumato con un bastone la teca contenente una statua della Madonna. E’ stato il parroco della chiesa a bloccarlo e ad avvisare i militari che sono subito intervenuti. Il cittadino del Gambia, in preda ad una visibile ed accentuata alterazione psico fisica, ha opposto resistenza ai Carabinieri, che sono riusciti a bloccarlo e a portarlo in carcere.

Lascia un commento