Taranto. Valentino Casulli muore soffocato a Sant’Ilario

Qualcosa lo ha soffocato, pare un pezzo di cibo rimastogli in gola. E’ l’ipotesi avanzata dai medici che hanno provato a soccorrerlo. Valentino Casulli non rispondeva alle telefonate di colleghi ed amici.

I Vigili del Fuoco hanno dovuto forzare la porta dell’appartamento di via Gramsci dove viveva il quarantenne. Quando sono giunti i soccorsi era già morto in bagno.

Il destino dell’operaio della provincia di Taranto era già compiuto.

La dinamica

Casulli stava mangiando una brioche con pezzi di cioccolata e si ritiene che qualche pezzo di cibo abbia ostruito la sua gola.

Il pugliese sarebbe andato in bagno, per cercare di liberare la gola, ma senza riuscirvi. La vittima abitava da tempo a Sant’Ilario dove risiedono anche i fratelli e altri parenti.

Lascia un commento