Napoli, trans vittima di discriminazioni all’ospedale San Giovanni Bosco

La notizia è stata diffusa dall’assessore alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, Daniela Villani. “La donna – denuncia l’esponente della giunta De Magistris – è stata offesa e umiliata dal personale paramedico del San Giovanni Bosco di Napoli a cui si era rivolta per problemi cardiaci”. La vittima di discriminazioni è una transessuale iscritta all’Associazione trans italiana, registrata come donna all’anagrafe.

La donna ha scelto di rinunciare alle cure

“La signora Nunzia – aggiunge l’assessore Villani – per non sostenere l’attacco gratuito e inaccettabile ha deciso di rinunciare alle cure, ed è andata via”.

“L’Amministrazione comunale di Napoli è da sempre in prima fila sui diritti civili e contro le discriminazioni, per l’inclusione e il rispetto alle diversità”. L’assessore si è scusata con la signora Nunzia “a nome della città. Siamo al suo fianco”.La Villani ha invitato la signora Nunzia a contattare l’assessorato.

Si attende la versione dei fatti da parte della struttura ospedaliera atteso che l’eventuale comportamento di alcuni non può inficiare l’operato di un’intero ospedale.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin