Il conto è servito

bandiera_italia_lutto-2-1

Il conto è servito

 

Di Vincenzo Calafiore

15 luglio 2016- Trieste

Un tempo non lontano, che invece a noi pare ormai distante anni luce esistevano degli Stati come la Libia e Iraq , l’Egitto.

Ci sono state raccontate grosse panzanate per giustificare nel tempo avvenire quello che non sarebbe mai dovuto accadere.

Le grandi intelligenze, o meglio le grandi bocche affamate e avide di denaro con la scusante che dei dittatori impedissero la “ democrazia  e la libertà “ ai loro popoli hanno deciso di intervenire non per occupare e levare sangue, non per non voler tornare ingenti somme di denaro avuti in prestito o depositati presso le loro banche, ma pensate un po’ per portare o esportare la mitica “ democrazia “ quando questi non sapevano neanche cosa fosse.

Così è stato! Il mitico trio Franco-Angloamericano si sono decisi e pace fatta.

Gheddafi e la sua famiglia sterminati, stessa sorte è toccata a Saddam Hussein, altra sorte è toccata a Mubarak.

Col risultato che adesso ci troviamo con la Libia divisa e in guerra, l’Iraq ormai alla frutta  e un Egitto che non si capisce esattamente cosa sia.

Nel frattempo è nato lo stato Islamico il quarto incomodo che ha deciso di fare la guerra agli infedeli … un bel casino!

Questi taglia gole oltre a uccidere chi non sa recitare il corano e a distruggere la storia, prima sottovalutato è diventato lo spauracchio prima, poi pensiero… brutto pensiero e ora minaccia per l’Europa e gli Stati attorno.

Dalla Francia Khomeini rovesciò lo Scià di Persia, oggi Iran  che prima era simpatico e poi è Stato canaglia per gli americani, oggi amici nuovamente ( che casino).

La Siria … altro bordello.

Iraq, è rimasto ben poco e continuano a scoppiare le bombe umane, quindi un macello ancora aperto.

Morale di questo gran bordello? Che ora ci è stato presentato il conto, dopo il lauto pasto di democrazia da esportare, per le cazzate che hanno raccontato e pure ammesse.

Oggi tocca alla Francia e chissà per quanto tempo durerà la mattanza, è toccato pure al Belgio!

La verità è che chi ha scoperchiato la fossa dei cobra se n’è lavate le mani, lasciandoci tutti nella merda.

La cosa brutta è che a pagare il conto salato, molto salato, siano pure bambini di due anni!

Signori, siamo nella merda!

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin