Perchè chiudere un conto corrente e aprirne uno online

conto corrente onlineSono sempre di più le persone che scelgono di chiudere il vecchio conto corrente per aprirne uno su internet. I vantaggi di questa operazione, infatti, sono davvero moltissimi. Oltre ad avere una maggiore flessibilità di utilizzo si ha anche un minor costo di gestione, aspetto tutt’altro che trascurabile se consideriamo anche che spesso si tratti di spese del tutto inutili.

La tendenza, come abbiamo detto, si sta andando a rafforzare da un anno a questa parte, grazie soprattutto all’evoluzione dei dispositivi mobile. In sostanza grazie alla diffusione di applicazioni per smartphone e tablet, oggi chiudere un conto corrente classico e aprine uno su internet è diventata una cosa alla portata di tutti e ancor più conveniente che in passato.

Ma come si deve affrontare questo passaggio? E quali sono le differenze tra un conto corrente “tradizionale” e uno online?

Per prima cosa va detto che l’iter per chiudere il conto corrente bancario o postale è piuttosto semplice e non richiede particolari attenzioni. E’ sufficiente recarsi in banca (o alla posta a seconda dell’istituto di credito scelto) e consegnare tutti gli strumenti di pagamento in proprio possesso. Rientrano in questa categoria le carte di credito, i bancomat, gli assegni, ecc. A questo punto si avrà la possibilità di trasferire il denaro presso un altro conto o di richiedere l’emissione di un assegno circolare.

Sul vecchio conto verrà trattenuto un piccolo importo per il pagamento degli eventuali bolli e altre piccole spese e il conto verrà ufficialmente chiuso dopo un periodo di tempo variabile (solitamente un mese) così da dare modo alla banca di effettuare i dovuti controlli. Qui trovate una guida completa per chiudere il conto in banca: http://www.prestitisbp.com/chiudere-conto/579/.

A questo punto non ci resta che capire perchè conviene passare ad un conto online. Uno dei dubbi che, in passato (ma in piccola parte ancora oggi) affliggeva le famiglie italiane era dovuto alla sicurezza. Oggi i conti online sono proposti dagli stessi gruppi bancari sui quali tutti noi abbiamo avuto il conto e sono regolamentati dalle stesse leggi.

Pertanto anche un conto corrente aperto su internet sarà soggetto alla garanzia del capitale sotto i 100 mila euro e gli istituti di credito dovranno assicurare gli stessi standard di qualità. Ovviamente ci sono moltissimi benefici. Per prima cosa un conto online è più flessibile. Molte banche, infatti, offrono la possibilità di accedere al proprio conto in qualsiasi ora del giorno o della notte e di poter disporre bonifici, pagamenti o qualsiasi altro ordine si voglia.

Con i dispositivi mobile, poi, le cose si sono fatte ancor più interessanti visto che si può operare sul proprio conto corrente in qualsiasi posto ci si trovi. Dal punto di vista dei costi non ci sono paragoni, visto che molte banche offrono questa tipologia di conto a zero spese. In molti casi, infatti, non si pagano nemmeno i bonifici bancari o i prelievi al bancomat. Ecco spiegato, in breve, il motivo del successo dei conti correnti su internet.

Secondo uno studio recente, infatti, nel giro dei prossimi 3-5 anni la quasi totalità delle operazioni bancarie verrà fatta su internet e non è un segreto che le banche si stanno adoperando per tagliare il personale allo sportello. Un trend che, giusto o sbagliato, fa parte dell’evoluzione tecnologica dei tempi che corrono.

9 su 10 da parte di 34 recensori Perchè chiudere un conto corrente e aprirne uno online Perchè chiudere un conto corrente e aprirne uno online ultima modifica: 2016-04-14T13:48:55+00:00 da Emilio Carlo Errico Imbalzano
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento