Bolzano, prescrizione di prestazioni specialistiche: controlli sospesi

Il decreto statale sull’appropriatezza della prescrizione specialistica ambulatoriale sara’ attuato in modo oculato e accorto, dichiara l’assessora provinciale alla sanità Martha Stocker. In attesa di un chiarimento ministeriale, i relativi controlli sono stati temporaneamente sospesi.

Il decreto statale che individua le indicazioni di appropriatezza prescrittiva per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale erogabili è stato pubblicato lo scorso 20 gennaio, accompagnato da ampie discussioni relative anche alle difficoltà di interpretazione e attuazione. L’assessora provinciale Martha Stocker ricorda di aver fatto presente la problematica, assieme ai rappresentanti di altre Regioni. Il Ministero della salute sta ora verificando alcuni punti di criticità nell’attuazione del decreto “e la Provincia resta impegnata sulla questione”, assicura Stocker.
Per queste ragioni l’assessora è favorevole a un approccio accorto e oculato nell’attuazione del decreto e intende confrontarsi con le altre Regioni e Province autonome ma soprattutto con l’Ordine dei medici dell’Alto Adige e altre istituzioni specialistiche locali. Fino al chiarimento del Ministero, una decina di giorni fa l’Assessorato provinciale alla sanità ha deciso di sospendere temporaneamente i controlli sull’appropriatezza delle prescrizioni e di informare tutti i medici interessati.
“Sono convinta che tutti i soggetti impegnati nell’assistenza sanitaria siano consapevoli della responsabilità di ciascuno nella valutazione dell’appropriatezza delle prestazioni mediche. In tal senso un’elaborazione congiunta della prestazione più adeguata è prioritaria per evitare l’incertezza nei pazienti”, conclude Stocker.

 

9 su 10 da parte di 34 recensori Bolzano, prescrizione di prestazioni specialistiche: controlli sospesi Bolzano, prescrizione di prestazioni specialistiche: controlli sospesi ultima modifica: 2016-02-09T17:44:22+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento