Canzano, Gioele Capitanio muore a 2 anni cadendo dal trattore del nonno Giuliano

Un terribile incidente avvenuto in campagna ha sconvolto Canzano, centro in provincia di Teramo. L’infortunio mortale si è verificato in contrada Sodere, non lontano dalla casa di via Pluvicciano dove vivono sia i genitori che i nonni della giovanissima vittima. Gioele Capitanio, 2 anni, è morto cadendo di testa mentre era in braccio al nonno Giuliano Capitanio, che guidava il suo trattore. Gioele è caduto dalle braccia del nonno paterno. Il piccolo era nella cabina del trattore gommato parcheggiato nel cortile della sua abitazione. Gli inquirenti stanno cercando di chiarire se l’uomo stesse manovrando il mezzo agricolo tenendo in braccio il nipote oppure se stesse scendendo dal trattore quando ha perso il controllo del piccolo.

Il bambino sarebbe scivolato cadendo all’indietro da un’altezza di poco superiore ai due metri. Con la testa avrebbe colpito una delle scalette che servono per salire sul trattore. Il nonno, sconvolto, ha raccolto il nipote e si è diretto verso casa. Appena arrivato ha avvisato i familiari, chiamato i soccorsi e ha avuto un malore. Quando due ambulanze del 118 sono arrivate non c’era nulla da fare per il piccolo Gioele.

I Carabinieri hanno ricostruito la dinamica dell’incidente coordinati dal magistrato di turno della Procura di Teramo, il pm Sciarretta che ha iscritto il nonno del piccolo sul registro degli indagati, per omicidio colposo, e ha disposto l’autopsia sul corpicino.

Tutto il paese è sconvolto dalla tragedia avvenuta alla famiglia Capitanio, e si è stretto al dolore dei genitori Sandro e Flavia, che hanno anche una figlia di poco più grande.

9 su 10 da parte di 34 recensori Canzano, Gioele Capitanio muore a 2 anni cadendo dal trattore del nonno Giuliano Canzano, Gioele Capitanio muore a 2 anni cadendo dal trattore del nonno Giuliano ultima modifica: 2016-02-03T07:32:13+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento