Roma, Pasti caldi, coperte, docce: il piano freddo per i più fragili

accoglienza piano freddoTemperature in picchiata, tramontana, possibile ghiaccio di notte: il freddo è arrivato anche nella Capitale e a soffrirlo sono soprattutto clochard, emarginati, persone con problemi cognitivi, immigrati e chiunque non abbia un tetto sopra la testa. Per loro c’è il “piano freddo” del Campidoglio.

Con il piano si offre a chi ne ha bisogno “una prima accoglienza notturna, diurna e di sollievo”. Ad essere accolte sono persone segnalate dalla Sala Operativa Sociale. Ricevono ospitalità di giorno e di notte, servizi di segretariato sociale, cibo a colazione e agli altri pasti (merenda compresa), la possibilità di fare una doccia, coperte per chi non ha un posto dove dormire. E ancora: attività e intrattenimento, cambio abiti e lavanderia, sostegno individuale (in collaborazione con i servizi sociali dei Municipi e con chi svolge lavoro sociale sul territorio). Oltre all’emergenza immediata, infatti, il piano punta ad avviare percorsi di recupero e ripresa dell’autonomia.

A fare da raccordo è la Sala Operativa Sociale (SOS) del Campidoglio: per segnalare casi bisognosi d’assistenza, o per riceverla, basta chiamare la Sala al numero verde 800440022, attivo 24 ore su 24.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin