Roma, Natale al Teatro Argentina con L’Albero di Rodari

70

La “Piccola Compagnia del Piero Gabrielli” porta in scena dal 26 al 30 dicembre, in Sala Squarzina del Teatro Argentina, alcune fiabe e filastrocche di Gianni Rodari adattate da Attilio Marangon, per la regia di Roberto Gandini. Ad interpretare i brani gli artisti Edoardo Lombardo, Gabriele Ortenzi, Simone Salucci, Giulia Tetta e Danilo Turnaturi.

“Credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possono contribuire a educare la mente. La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo”, sono queste le parole di Rodari che forse si potrebbe dire “valgono anche per i grandi”.

Sono letture sul tema del Natale, del Capodanno, che raccontano storie di gioia e felicità, ma anche di solidarietà fra gli uomini e di attenzione alle persone e ai diritti dei più piccoli. Fiabe e filastrocche “sotto l’albero” che continuano ad affascinare un pubblico di grandi e piccini con l’ironia, la fantasia e la capacità di immaginare un mondo migliore.

Tra le varie storie narrate, quella di un nonno che, alla ricerca dei giocattoli per i suoi nipotini, si imbatte in un ambiguo Mefistofele in gonnella alle prese con un marchingegno elettronico che fa scomparire oggetti e persone non graditi ai bambini. Poi il racconto di un presepe in cui vengono catapultati Toro Seduto, un tamburino e un aviatore con tanto di aereo. E ancora, la storia della rivolta dei personaggi classici del presepe, pastori e vecchine delle caldarroste, con tre finali possibili a scelta dei bambini.

L’Albero di Rodari è in scena 26, 28, 29 e 30 dicembre alle ore 17.30 e replica il 27 dicembre alle 11.