Mijomboni, uccisa Rita Fossaceca, feriti il padre Giovanni e le infermiere Monica Zanellato e Paola Lenghini

FossacecaCon la dottoressa Rita Fossaceca, morta durante il tentativo di rapina, c’erano anche altri tre suoi familiari. Si tratta dei genitori Giovanni e Michelina e lo zio sacerdote, don Luigi Di Lella. In base alle notizie apprese da un cugino della donna, Tonino Fossaceca, anche il padre del medico è rimasto ferito alla testa e ad una spalla. Sua figlia si sarebbe frapposta tra l’uomo e l’aggressore.

Ferite anche due infermiere. Sono Monica Zanellato e Paola Lenghini. Le loro condizioni non sono particolarmente gravi.

Rita Fossaceca, originaria del Molise ma da anni a Novara, era a Mijomboni, un piccolo villaggio nell’entroterra alle spalle di Malindi, per conto della For Life Onlus, associazione umanitaria internazionale. Alessandro Carriero è il medico che ha fondato la onlus nel 2006.

Alessandro Carriero dirige anche il Dipartimento di Scienze Radiologiche dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara, dove la dottoressa Rita Fossacena lavorava.

9 su 10 da parte di 34 recensori Mijomboni, uccisa Rita Fossaceca, feriti il padre Giovanni e le infermiere Monica Zanellato e Paola Lenghini Mijomboni, uccisa Rita Fossaceca, feriti il padre Giovanni e le infermiere Monica Zanellato e Paola Lenghini ultima modifica: 2015-11-29T11:57:32+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento