Roma, Giubileo arrivano i Pit per non udenti aperto il primo

Sfiori lo schermo, compare l’assistente virtuale, digiti le domande e l’assistente risponde in linguaggio LIS. E’ il sistema E.lisir per le informazioni ai turisti non udenti, elaborato da un’azienda specializzata e in arrivo nei primi 10 PIT (Punti d’Informazione Turistica) entro l’8 dicembre, il d-day del Giubileo. Intanto E.lisir è stato collocato in nuovo PIT inaugurato a piazza Sonnino, la “porta” di Trastevere.

Ampio il parterre al taglio di nastro: l’assessore capitolino al Turismo Luigina Di Liegro, la presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi, l’assessore municipale al Turismo Andrea Valeri, consiglieri municipali e rappresentanti dell’associazione I.D.E.A. Onlus (International Deaf Empowerment Agency) che hanno potuto testare l’efficacia del sistema.

Roma è la prima città italiana a offrire questo servizio ai propri visitatori. “Un modo semplice e concreto”, ha sottolineato l’assessore Di Liegro, “per ‘prendere sul serio’ il Giubileo della Misericordia, aprendo le porte di Roma davvero a tutti”.

E.lisir lavora in videoconnessione, traducendo informazioni e contenuti dei PIT nel linguaggio dei non udenti. All’altro capo, dietro il volto digitale che compare sullo schermo del tablet, ci sono operatori Zètema. E dietro il servizio c’è un accordo tra Roma Capitale, Zètema e Società Video Assistenza Mobile (l’impresa che ha sviluppato E.lisir).

I primi dieci tablet con il software E.lisir, come si diceva, arriveranno entro la data d’avvio del Giubileo; a seguire saranno installati gli altri, fino a dotarne tutti i PIT romani. “Crediamo che il turismo delle pari opportunità “, ha sottolineato Di Liegro, “debba essere una caratteristica fondamentale e imprescindibile dell’accoglienza a Roma”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, Giubileo arrivano i Pit per non udenti aperto il primo Roma, Giubileo arrivano i Pit per non udenti aperto il primo ultima modifica: 2015-10-31T02:37:44+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento