Roma, al Pd mancano 6 voti per dimissionare Ignazio Marino

Iniziata la guerra dei numeri per fare cadere il sindaco. Per far decadere le consiliatura necessitano le dimissioni della metà dei consiglieri più uno, cioè di 25 eletti. Quelli del Pd sono solo 19. Oltre a loro ci sarebbero anche Daniele Parrucci di Centro democratico e almeno due esponenti della Lista civica di Ignazio Marino, quelli più vicini al Pd. Si tratterebbe di Svetlana Celli, tra l’altro eletta in Consiglio metropolitano proprio nella lista dei democratici, e dell’ex capogruppo Luca Giansanti. I consiglieri del centrosinistra a dare l’addio in contemporanea sarebbero così 22.

Ma non basta per arrivare alla soglia di 25. Sarà necessario, per l’automatico scioglimento del Comune, sindaco compreso, l’apporto di almeno tre esponenti dell’opposizione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, al Pd mancano 6 voti per dimissionare Ignazio Marino Roma, al Pd mancano 6 voti per dimissionare Ignazio Marino ultima modifica: 2015-10-29T17:31:32+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento