Mosca, arrestata Natalia Sharina direttrice della biblioteca letteraria ucraina

La dirigente di 58 anni è stata fermata dalla Polizia con l’accusa di aver diffuso pubblicazioni “di carattere russofobo che deformano la realtà storica”. Il Comitato ha aperto un procedimento penale per “incitamento all’odio tra nazioni” contro la donna.

Dalla biblioteca letteraria ucraina sostengono che sia stata la stessa Polizia russa a introdurre materiale sospetto. “Manifestazione di politica aggressiva contro l’Ucraina, da parte russa” dice il Ministro degli esteri di Kiev.

Lascia un commento