Vacanze in Sardegna: Villasimius

Villasimius è una delle gemme più preziose del turismo sardo. Ubicata all’estremità sud orientale dell’isola, la località sorge in una posizione invidiabile, che la vede adagiata ai piedi della catena montuosa dei Sette Fratelli, dove si estende a breve distanza dalle coste del promontorio di Capo Carbonara, a circa 50 chilometri da Cagliari.

In questa splendida cornice paesaggistica, Villasimius si affaccia su un tratto di Mar Adriatico particolarmente trasparente, che accarezza un susseguirsi di fondali dagli ecosistemi incorrotti e variegati. Esteso su circa 32 chilometri, il litorale locale offre un gran numero di spiagge molto diverse fra loro (e non sempre segnalate nella cartellonistica stradale!). Buona parte dei turisti si limita a frequentare i lidi più conosciuti – Simius e Campulongu, in primis – dimenticando di esplorare le numerose calette nascoste che costellano la zona. Si tratta di spiagge selvagge dalle piccole dimensioni, che sono riuscite a preservare i propri ambienti incontaminati: ci sono calette di borotalco e lidi di ghiaia dalle mille sfumature di colore, in cui sono presenti ammassi rocciosi modellati dall’acqua e dal vento, come sculture di rara bellezza. Sono presenti anche diverse scogliere a picco sul mare, da cui è possibile godere di una vista spettacolare che fa sempre la gioia degli amanti della fotografia, ma non solo. Per questo, consigliamo ai villeggianti di rivolgersi all’ufficio turistico ubicato in Piazza Giovanni XXIII, per capire come raggiungere questi piccoli paradisi marini.

Per quanto riguarda la rete ricettiva locale, non si ha che l’imbarazzo della scelta: ci sono, innanzitutto, i villaggi turistici di punta tra le offerte in Sardegna di Yalla Yalla, come il rinomatissimo Tanka Village, famoso per la sua clientela vip; ma ci sono anche le case private affittate direttamente dai proprietari a prezzi competitivi. Ad ogni modo, bisogna dire che le strutture non hanno rovinato eccessivamente il paesaggio, risultando inserite in maniera piuttosto armoniosa, il che ha permesso di preservare le atmosfere caratteristiche della zona.

Interessante è anche il centro storico del Paese, che durante la stagione estiva rimane chiuso al traffico per lasciare libero il passaggio ai turisti. Infatti, nei mesi caldi, la strada principale si trasforma in un susseguirsi di bancarelle di vario genere, in cui è possibile acquistare prodotti d’artigianato provenienti da tutto il mondo e leccornie della gastronomia tipica locale. In estate anche i negozi restano aperti al pubblico sino a tarda notte, offrendo l’occasione di dedicarsi a un po’ di shopping notturno. Inoltre, non mancano gli spettacoli e i concerti dal vivo, che nel mese di agosto animano la piazza principale ogni sera. Per quanto riguarda i locali, la scelta non è troppo varia, ma girovagando un po’ fuori dal centro, si incontrano posticini piacevoli come il Blankanese, un locale tranquillo con dehor scenografico e proprietari simpaticissimi, e lo Sciabecco, la discoteca più grande della zona, con le sue serate a tema e iniziative bizzarre.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento