Roma, dipendente di Poste di 39 anni si lancia dal palazzo dell’Eur

Il suicida era stato assunto da poco a tempo indeterminato. Era laureato in giurisprudenza e aveva una vita normale.

E’ stato visto sedersi a cavalcioni sulla finestra dell’ufficio, riflettere qualche attimo e lanciarsi nel vuoto dal tredicesimo piano. La vittima è un uomo di 39 anni, impiegato di Poste Italiane. Il suicidio è avvenuto in viale Europa nella sede centrale dell’azienda, sotto gli occhi di centinaia di persone.

Dagli accertamenti della polizia del commissariato Esposizione, quindi, si tratterebbe di un suicidio. Gli investigatori non avrebbero trovato alcuna lettera lasciata dal dipendente delle poste.

Lascia un commento