Ercolano, uccisi Bruno Petrone e Luigi Tedeschi, avevano una pistola giocattolo

I due rapinano da un gioielliere ad Ercolano sono Bruno Petrone, 53 anni, residente a Secondigliano e Luigi Tedeschi, 51 anni, residente alla Sanità. Avevano entrambi precedenti penali specifici.

I due rapinatori sono stati uccisi dal commerciante di preziosi rapinato poco prima utilizzando una pistola-giocattolo. L’arma era priva del tappo rosso.

Addosso ad uno dei due sono stati trovati 5 mila euro, il denaro sottratto al commerciante di preziosi, che lo aveva prelevato poco prima nell’agenzia del Banco di Napoli di via IV Novembre.

A terra, sul piazzale antistante il deposito di bibite e detersivi, i Carabinieri hanno trovato 6-7 proiettili calibro 9×21, probabilmente quelli esplosi dal commerciante con la sua pistola regolarmente detenuta.

9 su 10 da parte di 34 recensori Ercolano, uccisi Bruno Petrone e Luigi Tedeschi, avevano una pistola giocattolo Ercolano, uccisi Bruno Petrone e Luigi Tedeschi, avevano una pistola giocattolo ultima modifica: 2015-10-07T17:30:31+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento