Pordenone, omicidio Ragone Costanza l’indagato Ruotolo ammette di essere stato vicino al luogo del delitto

Dopo le contestazioni della Procura, Giosuè Ruotolo, 26 anni, che ha sempre sostenuto di essere rimasto sempre in casa quella sera, adesso avrebbe raccontato di essere uscito per qualche minuto e di essersi effettivamente trovato vicino al luogo del delitto.

Avrebbe quindi cambiato versione Giosuè Ruotolo, l’unico indagato per la morte di Trifone Ragone e Teresa Costanza, i due fidanzati uccisi a Pordenone il 17 marzo.

Lascia un commento