Milano, rassegna di teatro omosessuale del Filodrammatici

Al via al Teatro Filodrammatici la quarta edizione di ILLECITE//VISIONI,  la rassegna di teatro omosessuale che, fino al 4 ottobre, ha l’intento di diffondere conoscenza e tolleranza attraverso lo strumento teatrale. Mario Cervio Gualersi, giornalista, critico e studioso di teatro, firma la direzione artistica di un Festival che colma un vuoto culturale e divulgativo che faceva di Milano l’unica grande città italiana senza una manifestazione dedicata.

“Questa rassegna ci impone di parlare di questi temi con attenzione e consapevolezza, soprattutto con i giovani – dichiarano Filippo Del Corno, assessore alla Cultura, e Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali e Cultura della salute -. É fondamentale non smettere mai di creare antidoti contro episodi di discriminazione nella società. Proprio per questo, come Comune, continuiamo a lavorare per offrire ai cittadini più informazioni e strumenti per l’integrazione e per una cultura del rispetto delle differenze”.

La rassegna, che nel novembre 2014 ha visto la partecipazione di circa 2mila persone in 6 giorni, propone quest’anno cinque spettacoli a tematica omosessuale inediti per Milano e uno, “Comuni Marziani”, che sarà presentato il 9 novembre, dedicato alle scuole medie superiori. Gli spettacoli sono, come ogni anno, affiancati da momenti social con dj set e aperitivi e da eventi collaterali che ne incrementano e differenziano la proposta artistica, quali documentari, filmati, presentazioni di libri, cabaret, incontri con psicologi, teologi, studiosi.

“Essere arrivati a festeggiare il quarto anno – dichiara Mario Cervio Gualersi, direttore artistico -, arricchire il programma di un giorno in più rispetto alle precedenti edizioni e vedere gli spettacoli riproposti nei cartelloni delle stagioni teatrali di altre sale, sono senza dubbio da considerare segnali incoraggianti per il proseguimento di questa iniziativa. In un momento in cui il Paese si mostra sordo alle istanze della comunità lgbt che il resto dell’Europa sta invece accogliendo, facciamo sì che sia anche la voce del teatro a levarsi forte e rivendicare l’esistenza e le scelte di vita di persone che hanno gli stessi diritti al riconoscimento del loro amore. Non cambiano le linee guida che abbiamo operato per la nostra rassegna: dare spazio alla drammaturgia femminile, questa volta rappresentata da una pioniera come Claire Dowie, e a quella del nostro meridione con un focus di due lavori di Vucciria Teatro; ma vogliamo misurarci anche con la realtà del transessualismo portando in scena la vicenda umana di Romina Cecconi, infine il connubio tra letteratura e teatro che Benedetto Sicca realizza adattando per il palcoscenico le avvincenti pagine di Giuseppe Patroni Griffi. Un ringraziamento a quanti ci sono stati vicini e ci hanno sostenuto: le istituzioni, i media e soprattutto il pubblico al quale intendiamo ancora offrire emozioni e spunti di riflessione”.

ILLECITE//VISIONI oltre ad essere inserito nelle manifestazioni di ExpoinCittá, è sostenuto dal Comune e Casa dei Diritti e vanta il prestigioso riconoscimento dell’U.N.A.R. – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e Presidenza del Consiglio dei Ministri/Dipartimento Pari Opportunità. Importante la rete di collaborazioni ormai consolidata che comprende A.Ge.DO. – Associazione Genitori di Omosessuali, CIG – Centro di Iniziativa Gay / Comitato provinciale Arcigay di Milano, Le cose cambiano, Lesbiche Fuorisalone e la rete di cultural/media e social partners che comprendono ArciLesbica, Gay Statale, BEST – Bocconi Equal Students, Genitori Rainbow, Festival MIX Milano, Rete Lenford, Pride, ZERO, Limoney, Fondazione LILA Milano ONLUS, ASA Onlus.Twizz, Cinema Mexico.

Lascia un commento