Milano, Filarmonica della Scala prove aperte ai ragazzi

Giunte alla settima edizione, le Prove Aperte della Filarmonica della Scala sono ormai divenute una vera e propria stagione indipendente che con cinque appuntamenti annuali, il primo interamente gratuito e aperto alla città, permette al pubblico di assistere alle prove di alcuni concerti di stagione Filarmonica a prezzi contenuti e allo stesso tempo di essere parte di un importante progetto di solidarietà a favore del non profit milanese. Grazie alla partecipazione dei musicisti dell’orchestra, dei direttori ospiti e dei solisti, l’intero ricavato dalla vendita dei biglietti è devoluto, ogni anno, a quattro organizzazioni del territorio che operano nel sociale.

L’iniziativa è realizzata con la collaborazione del Teatro alla Scala, del Comune di Milano, del Main Partner UniCredit e con il sostegno di UniCredit Foundation, che svolge un ruolo fondamentale nell’individuazione dell’area d’intervento, nella valutazione dei progetti delle organizzazioni non profit finanziati e garantisce la copertura dei costi organizzativi. Il progetto gode inoltre del Patrocinio di Città Metropolitana di Milano e Comune di Milano. Vivi Milano e Radio Popolare sono Media Partner dell’iniziativa. Il coordinamento generale è affidato ad Aragorn.

“Il successo di ‘Prove aperte’ è dovuto a due fattori: la formula innovativa delle prove di un’orchestra di grande livello internazionale con la presenza del pubblico e l’apertura alla città e alla ricerca con il sostegno alle fondazioni del settore. Entrambe sono scelte vincenti perché sono scelte di apertura, di connessione tra la grande musica e la città”, ha dichiarato il Sindaco Giuliano Pisapia.

“Il ruolo pubblico della Fondazione Filarmonica della Scala trova attuazione su molti diversi territori, come è accaduto negli ultimi anni per il grande concerto in Piazza del Duomo, e sempre con la collaborazione convinta del Comune di Milano, che ha dimostrato di saper realizzare un’alleanza feconda tra pubblico e privato, capace di far crescere lo stimolo della domanda di cultura, arte, musica e bellezza – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno -. L’iniziativa ‘Prove Aperte’ si inserisce perfettamente in questa strategia, consentendo a 100 ragazzi under 25, in occasione del primo concerto, di vedere e ascoltare forse per la prima volta che cos’è realmente un’orchestra sinfonica che suona dal vivo: uno stimolo alla domanda che consentirà all’amministrazione e agli operatori di programmare in futuro un’offerta culturale, già ricchissima in qualità e quantità, ancora più ampia”.

Sono cinque le Prove Aperte della settima edizione 2015-2016, sempre precedute da una breve introduzione al programma con esperti, critici, direttori o solisti ospiti. Il primo appuntamento è gratuito e dedicato alla città, i successivi quattro sono a pagamento con biglietti da € 5 a € 35. L’incasso quest’anno sarà destinato a sostenere la ricerca scientifica condotta da quattro dei principali enti milanesi di rilevanza internazionale: Fondazione IEO – CCM, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta, Fondazione Centro San Raffaele, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori. In allegato una descrizione dei progetti in cui saranno investiti i fondi raccolti.

L’anteprima gratuita è in programma domenica 8 novembre alle ore 19.30 e vede sul podio il direttoreRiccardo Chailly per la prova del concerto inaugurale della Stagione Filarmonica 2015-2016. Chailly introdurrà all’ascolto in una breve conversazione con il Direttore Artistico della Filarmonica Ernesto Schiavi. Gli inviti per la serata saranno distribuiti dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Milano e riservati agli utenti dei Servizi Sociali, una parte sarà distribuita dal Servizio Promozione Culturale del Teatro alla Scala e da Vivi Milano, Media Partner dell’iniziativa.

100 biglietti gratuiti per la Prova Aperta condotta da Riccardo Chailly saranno riservati a giovani fino ai 25 anni non compiuti. L’apertura alla città delle iniziative della Filarmonica guarda con sempre maggiore attenzione al pubblico dei più giovani che potranno ritirare gli inviti presso gli uffici della Filarmonica della Scala (Piazza Diaz, 6) nei giorni 5 e 6 novembre, dalle 10 alle 17 (sarà possibile ritirare al massimo 2 biglietti, esibendo anche il documento di identità dell’accompagnatore).

Alla prova inaugurale seguono i quattro appuntamenti a pagamento destinati alla raccolta fondi: la prova diretta da Ottavio Dantone domenica 17 gennaio a favore della Fondazione IEO-CCM; la prova diretta daDaniel Harding domenica 14 febbraio a favore della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta; la prova di Daniele Gatti domenica 6 marzo a favore della Fondazione Centro San Raffaele; la prova diretta daFabio Luisi di domenica 10 aprile a favore della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori. Ad introdurre i concerti ci saranno Enrico Parola, Gian Mario Benzing, Carla Moreni e Carlo Boccadoro.

I carnet (da €20 a €140) saranno in vendita a partire da lunedì 28 settembre. I biglietti singoli (da €5 a €35) saranno in vendita dal 2 dicembre. Informazioni e prevendite: 02 465 467 467 (lunedì/venerdì, ore 10-13 e 14-17). Tutte le informazioni su filarmonica.it/proveaperte #ProveAperte
Sette anni di Prove Aperte: un impegno concreto

L’attenzione della Filarmonica per il sociale è testimoniata dalle numerose iniziative promosse dall’orchestra fin dal 1984, sia con serate dedicate alla raccolta fondi, sia con concerti pubblici dal grande valore simbolico che hanno contraddistinto l’attività dalle origini con Claudio Abbado.
Il ciclo delle Prove Aperte nato nel 2010 dalla collaborazione tra Filarmonica della Scala, Comune di Milano, il Main Partner UniCredit e UniCredit Foundation, in sei anni ha permesso di devolvere oltre 700.000 euro a progetti per il sociale di tante organizzazioni non profit milanesi. Ne hanno beneficiato: nel 2010 Fondazione Don Gnocchi, Fondazione Arché, Casa della Carità e Fondazione Floriani; nel 2011 Comunità Nuova, Vidas, Centro per anziani “Ercole Ratti”, Scuola Italiana di Senologia e Opera San Francesco per i Poveri; nel 2012 OBM Onlus, CasAmica, Bambinisenzasbarre, COMIN; nel 2013 Opera Cardinal Ferrari, Centro Francescano Maria della Passione, Cena dell’Amicizia e Pane Quotidiano; nel 2014 Caritas Ambrosiana, Auser Volontariato Milano, Fondazione Progetto Arca, Associazione Seneca; nel 2015 UILDM Milano, HANDICAP…su la testa!, Associazione iSemprevivi+onlus, Progetto Itaca.

Al progetto della Filarmonica della Scala hanno aderito generosamente alcuni dei più prestigiosi musicisti del nostro tempo tra i quali Marc Albrecht, Daniel Barenboim, Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Christoph Eschenbach, Daniele Gatti, Valery Gergiev, Daniel Harding, Fabio Luisi, Zubin Mehta, Gianandrea Noseda, Georges Prêtre, oltre ai musicisti dell’Orchestra. Il livello altissimo degli artisti coinvolti ha fatto delle prove aperte anche un’occasione straordinaria di accesso alla Scala a prezzi contenuti per un vasto pubblico di appassionati di musica, che possono godere anche dell’ormai consueta introduzione all’ascolto tenuta dal direttore d’orchestra che, prima dell’inizio della prova, conversa con un critico musicale.

Il grande successo dell’iniziativa è suffragato dai dati di pubblico che mostrano l’incremento costante del tasso di fidelizzazione: l’edizione 2015 ha fatto registrare il tutto esaurito in ogni serata per un totale di oltre 9.600 spettatori, grazie anche alla formula dei carnet che dà accesso a tutti gli appuntamenti. Ne sono stati acquistati 1.127. L’incasso medio lordo di ciascuna serata è stato di € 31.000. L’importo complessivo devoluto alle organizzazioni destinatarie è stato di oltre € 126.000.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, Filarmonica della Scala prove aperte ai ragazzi Milano, Filarmonica della Scala prove aperte ai ragazzi ultima modifica: 2015-09-30T04:29:37+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento