Caprarola, Sabato Louis Francesco Battaglia uccide a pugni Federico Venzi

Un delitto che sarebbe originato da ripetute molestie e una ragazza fidanzata che un uomo di 43 anni ha pagato con la vita. Il compagno della ragazza lo ha ucciso a colpi di pugni.

I Carabinieri hanno fermato il presunto responsabile dell’omicidio di Federico Venzi, originario di Roma ma residente a Caprarola, in provincia di Viterbo. L’uomo era stato trovato sanguinante da alcuni passanti che poi hanno dato l’allarme. Portato all’ospedale di Belcolle, è poi morto a seguito delle lesioni riportate.

I militari del comando provinciale di Viterbo hanno rintracciato ed arrestato un ragazzo di 23 anni residente a Viterbo che ora si trova nel carcere di Mammagialla. Il movente del delitto sarebbe riconducibile ad insistenti molestie che la vittima, presumibilmente ubriaca, avrebbe indirizzato alla fidanzata dell’aggressore e anche a quest’ultimo mentre tentava di difendere la compagna. L’arrestato è Sabato Louis Francesco Battaglia di 23 anni.

Davanti ai Carabinieri che lo hanno prelevato in casa avrebbe tentato di nascondere le proprie responsabilità e anche le ferite che aveva sulle mani. Poi avrebbe ammesso la colpevolezza. Avrebbe ucciso a pugni Federico Venzi perché l’uomo, ubriaco, aveva pesantemente molestato la sua fidanzata, una studentessa di 22 anni. L’omicidio si sarebbe consumato tra sabato e domenica. La vittima, agonizzante, è stata ritrovata da alcuni passanti attorno alle 4 vicino alla rotatoria del Riello a Viterbo.

L’uomo era riverso in una pozza di sangue ed è deceduto all’ospedale di Belcolle a causa delle gravi lesioni al volto e alla trachea. Subito sono partite le indagini dei Carabinieri del nucleo investigativo della compagnia di Viterbo che hanno ascoltato molte persone per risalire all’identità dell’assassino.

Lascia un commento