Nunzia De Girolamo lascia Ncd torna in Forza Italia

In fuga da quel che rimane del partito di Angelino Alfano. Ad aprire le “danze” Nunzia De Girolamo che torna in Forza Italia, abbandonato un anno fa per aderire al Nuovo centrodestra. “La mia scelta è stata assunta sulla base della mia contrarietà alla linea politica del partito che avevo contribuito a fondare e che avrebbe dovuto essere lo strumento per la ricomposizione di un centrodestra moderno in chiave europea. Invece – motiva in una nota la De Girolamo – l’esperienza di governo a tempo determinato in alleanza con una forza politica a noi diametralmente alternativa come il Pd, a mio avviso, si sta prolungando oltre il progetto originario. Pertanto ritengo incompatibile con i miei valori portare avanti questa esperienza all’interno di Ncd e, dopo una serie di colloqui con il presidente Silvio Berlusconi, ho deciso di tornare in Forza Italia. Con il preciso obiettivo e la volontà di contribuire al rilancio della ricomposizione del centrodestra. Di questo voglio ringraziare il presidente Berlusconi che ha dimostrato grande comprensione e fiducia per il mio cammino invitandomi a rientrare nel partito nel quale sono nata. Lavorerò nell’interesse del Paese e con l’osservanza dell’organizzazione del partito e del gruppo, mettendomi subito a disposizione del Presidente del gruppo Renato Brunetta che ha accolto con soddisfazione la mia scelta. Insieme a lui ho in programma una conferenza stampa la prossima settimana”.

L’ex Ministro ringrazia “tutti i militanti e le organizzazioni territoriali di Ap-Ncd che mi hanno sempre dimostrato affetto, sostegno e simpatia e rivolgo un saluto a tutti i dirigenti del partito con i quali ho lavorato. Avverto l’emozione di tornare a casa e con questo sentimento, oltre che con il massimo rispetto e umiltà, mi accingo a lavorare per Forza Italia”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Nunzia De Girolamo lascia Ncd torna in Forza Italia Nunzia De Girolamo lascia Ncd torna in Forza Italia ultima modifica: 2015-09-22T11:54:25+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento