Napoli, riesplode la guerra di camorra uccisi il trentenne Antonio Simonetti e Gennaro Di Cesarano di 17 anni

Sicari in azione a Ponticelli e alla Sanità. Su entrambi gli episodi indaga la Polizia. Il primo agguato è avvenuto in via De Meis, all’indirizzo di Antonio Simonetti, 30 anni, piccoli precedenti penali. Mentre sta uscendo dal negozio della sorella, l’uomo è stato colpito da 5 proiettili al torace e alla testa sparati da 2 giovani in moto. Trasportato a Villa Betania, è giunto cadavere in ospedale.

Alle 4.50 il secondo omicidio. La vittima è il diciassettenne Gennaro Di Cesarano, colpito in piazza Sanità, davanti alla chiesa di San Vincenzo, da un solo proiettile fatale, entrato dalla schiena o dallo sterno. Trasportato al Vecchio Pellegrini da un soccorritore, il giovane è giunto cadavere in ospedale. Sul selciato la Polizia ha rinvenuto 18 bossoli di diverso calibro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, riesplode la guerra di camorra uccisi il trentenne Antonio Simonetti e Gennaro Di Cesarano di 17 anni Napoli, riesplode la guerra di camorra uccisi il trentenne Antonio Simonetti e Gennaro Di Cesarano di 17 anni ultima modifica: 2015-09-06T10:57:31+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento